mercoledì 24 febbraio 2010

epigono

Nel silenzio echeggiava evidente l’abbaiare di un cane in lontananza,
di certo era un annuncio importante, il proclamare canino al crepuscolo serale:

bau bau bau bau … bou bou … bau bau

io non riuscii a trattenere l’impulso di imitarlo,
pertanto con vocione sommesso iniziai:

bau bau bau bau … bou bou … bau bau

la mia bimba divertita, a sua volta cominciò:

bau bau bau bau … bou bou … bau bau

dopo poco pensando di averla in pugno le chiesi furbescamente:
“amore, tu cosa gli hai detto?”
lei con occhi felini prontamente mi rispose:
“quello che gli hai detto tu, mamma!”
ed io caddi rovinosamente ai piedi di una bambina di quattro anni e mezzo.


epigono è un sostantivo maschile che significa:
1) seguace, imitatore; in particolare, scrittore o artista che rielabora le idee o ripete lo stile di qualche grande predecessore, senza apportarvi alcun contributo originale;
2) chi è nato dopo; discendente.

6 commenti:

fiordicactus ha detto...

Bellissimo passare di qua e trovare che hai ricominciato a scrivere!
E che post simpatico! Proprio contenta di ritrovarti! ;-)

Ciao, R

Cicolita ha detto...

bellissimo è ritrovare te. grazie R un bacione cicolita

chechina ha detto...

finalmente, ti sei fatta desiderare ma valeva la pena...come sempre!!!

Cicolita ha detto...

grazie mille chechina,
mi domandavo ...
ci starà ilmiodizionario sul tuo nuovo iBook?

fiordicactus ha detto...

Ti ho risposto . . su Fb, te ne sei accorta???

Ciao, R

Cicolita ha detto...

si si R. ho visto, grazie grazie

 
Web Statistics