lunedì 6 ottobre 2008

dicace

sei realmente capace di misurare l'importanza di ogni cosa che ti accade?
è sempre più raro incontrare chi reagisce nella giusta misura agli eventi,
propongo pertanto di insegnarlo a scuola al posto degli assiro-babilonesi
che si, hanno la loro importanza ma non ci cambiano la vita
mentre saper affrontare i problemi nel modo giusto forse si.
sempre più spesso quello che per me è devastante per te è sostenibile o addirittura ininfluente,
c'è chi minimizza un tumore e chi si lamenta allo sfinimento di un raffreddore.
se in commercio esistesse un "misuratore di disgrazie", tutto sarebbe più semplice,
si potrebbe tenere al polso come un contapassi ed appena succede un qualcosa,

ti comunica immediatamente se e quanto ti devi preoccupare.

dicace è un aggettivo che significa:
mordace, maldicente

4 commenti:

Fiordicactus ha detto...

. . . E non sei stata neanche troppo "dicace" mi pare! ;-)
Forse un filino "inca**ata"? :-)))
Ciao, R

Cicolita ha detto...

no inca**ata no, necessito urgentemente di lezioni di vita, era questo il mio intento. un bacio da cicolita
(...e forse non solo io!!)

monica ha detto...

ciao cicolita..è proprio vero che servirebbe un misuratore ma forse il nostro cervello è fatto apposta per non misurare...ti faccio un esempio. La mamma di un amico di mio figlia combatte con coraggio un cancro da 5 anni e mai una parola di sfinimento o paura. La scorsa settimana si rompe l'anca e non sopporta il dolore...e si lamenta..e il figlio si è chiesto..ma come è possibile? mia mamma non si rende conto che questo non è grave?non so se questa donna ha studiato o no i babilonesi ma forse per lei è meglio non saper valurare l'importanza delle cose che le accadono..bacio...monica

Cicolita ha detto...

hai proprio ragione tu, non ci avevo pensato: forse il nostro cervello è fatto apposta per non misurare! grazie per il tuo preziosissimo punto di vista. un bacio forte da cicolita

 
Web Statistics