venerdì 26 dicembre 2008

requie e scongiuro

mi aspettano tempi senza il solito trantran
senza la sveglia, senza il traffico e la campanella a scuola,
senza ufficio, pc e macchinetta del caffè,
senza spesa di corsa, pranzi e cene al volo,
mi porto qualche libro ed un uncinetto il divano ce l'ho là
un bacione a tutti e se mi permettete una cosa che non ho mai fatto
un bacione particolare ai più affezionati
sperando di cuore di rivederci tutti qui il prossimo anno...
...
chi di voi ha fatto gli scongiuri?


requie è un sostantivo femminile che significa:
calma, riposo, pace: avere, trovare requie; un pensiero che non dà requie; senza requie, senza sosta.
scongiuro è un sostantivo maschile che significa:
1) lo scongiurare spiriti maligni, forze malefiche; invocazione solenne rivolta a forze sovrannaturali; gesto superstizioso, formula magica contro la iettatura o contro l'avverarsi di qualche calamità: fare gli scongiuri;
2) (rar.) preghiera insistente, implorazione;
3) (ant.) giuramento.

3 commenti:

Grabov ha detto...

E' piacevole gustare la tranquillità fuori dal tran tran. E' bello poter fare progetti di quiete e di ritorno ad un ritmo di vita desiderato. E' meraviglioso assaporarne l'immaginaria realtà prima di tornare ad essere una vera mamma, una donna impegnata ed una persona importante per chi ci vuol bene.

firodicactus ha detto...

Un periodod i "requie" che ormai è agli sgoccioli . . . niente scongiuri . . ., come disse il mio parroco : "mancano 3 giorni all'ultimo dell'anno, facciaomo il programma, è vero che tutto può succeder, ma io mi ci metto d'impegno per esserci!"
E siamo già a 3 giorni nel nuovo anno!

Auguri e saluti! R

Cicolita ha detto...

grazie mille anche se le vacanze sono già passate e ... si ritorna alle danze!
un bacione da cicolita

 
Web Statistics